martedì 1 luglio 2008

VORREI PRECISARE

La giornata di oggi ha creato una marea di disagi e di malumori ... ovviamente è più facile inveire contro le maestre che si fanno 3 mesi di ferie magari ai Caraibi dati gli stipendi miliardari che percepiscono ...
Ora però vorrei segnalare alcune imprecisioni dichiarate ai giornali:

" «Una disposizione prevista da una delibera di giunta regionale del 2005 - ribattono dall'assessorato alla famiglia e alla scuola guidato da Mariolina Moioli - che stabilisce in 47 settimane la durata del lavoro nelle materne». E nelle 47 settimane rientrerebbe, appunto, anche il mese di luglio."

L'articolo 30 del nostro Contratto Nazionale cita:
"Il calendario scolastico, che non può in ogni caso superare le 42 settimane, prevede l’interruzione per Natale e Pasqua, le cui modalità attuative sono definite in sede di concertazione. In tali periodi e negli altri di chiusura delle scuole il personale è a disposizione per attività di formazione ed aggiornamento programmata dall’ente o per attività lavorative connesse al profilo di inquadramento, fermo restando il limite definito nei commi precedenti. Attività ulteriori, rispetto a quelle definite nel calendario scolastico, possono essere previste a livello di ente, in sede di concertazione, per un periodo non superiore a quattro settimane, da utilizzarsi sia per le attività delle scuole che per altre attività didattiche ed aggiornamento professionale, di verifica dei risultati e del piano di lavoro, nell’ambito dei progetti di cui all’art.17, co.1, lett. a) del CCNL dell’1.4.1999; gli incentivi economici sono definiti in sede di contrattazione integrativa decentrata utilizzando le risorse di cui all’art.15 del citato CCNL"


... Probabilmente l'assessore Moioli è talmente ammalata ... (non si presenta da settimane a qualsiasi incontro sul tema Luglio e Scuole Materne) da non ricordare più i numeri ...

Scusate Cari genitori se questa mattina avete trovato i cancelli chiusi e avete dovuto portare in ufficio i vostri bambini ... ma SIAMO STATE OBBLIGATE A TOGLIERE I CARTELLI CHE INFORMAVANO DELLO STATO DI ASSEMBLEA PERMANENTE!!! Indovinate da chi ....

Le insegnanti che questa mattina hanno accolto i vostri bambini hanno fatto puro volontariato perchè, agli accordi attuali , non percepiranno neanche un euro per le due settimane lavorative aggiunte!!!

5 commenti:

Matteo ha detto...

Mettere insieme tutto questo casino per 2 settimane (da aggiungere alle 42 dell'anno scolastico), per di più con un, a mio avviso, congruo "rimborso spese" mi pare profondamente stupido. Per di più visto che il vostro contratto nazionale prevede la possibilità di altre 4 settimane in aggiunta alle 42 per svolgere (cito dal post: "Attività ulteriori, rispetto a quelle definite nel calendario scolastico, possono essere previste a livello di ente, in sede di concertazione, per un periodo non superiore a quattro settimane.."). Non mi pare un atteggiamento serio. Vi state tirando la zappa sui piedi. E che zappa!!! Ma non lo capite? Evidentemente no. Le ferie sono più sante del santo natale!

Anonimo ha detto...

ma se siete tanto scontente delle condizioni che vi prospettano perchè non cambiare lavoro ? Sarei pronto a scommettere che c'e' una lista di persone disposta ad accettare queste condizioni.

Anonimo ha detto...

Egregio Signor Matteo .... pare si sia dimenticato di parafrasare l'ultimo pezzo dell'articolo del contratto che cita:

"gli INCENTIVI economici sono definiti in sede di contrattazione integrativa decentrata utilizzando le risorse di cui all’art.15 del citato CCNL"

quindi prima di sputare sentenze e fare riferimenti a un

"a mio avviso, congruo "rimborso spese" "
mi faccia il sacrosanto piacere di leggere tutto fino in fondo !!!
Il rimborso spese ad ora NON ESISTE in quanto "alle risorse citate all'art 15 del CCNL"
l'amministrazione può accere solo PREVIO ACCORDO SINDACALE!!!
Come avrà sentito immagino da TG e dai giornali tale accordo NON ESISTE!!!
Quindi nessun rimborso spese più o meno congruo!!
E non venitemi a dire che non ci credete .... perchè dichiarare palesemente il falso pubblicamente ....?
C'è già CHI è SPECIALIZZATO A FARLO .... MA ALTROVE .... NON qui!!!

nayamah ha detto...

ma se siete tanto scontente delle condizioni che vi prospettano perchè non cambiare lavoro ? Sarei pronto a scommettere che c'e' una lista di persone disposta ad accettare queste condizioni. MI DICA CARO ANONIMO MA LEI LAVORA PER LA GLORIA? MA COME SI PERMETTE DI SENTENZIARE "PERCHE' NON CAMBIATE LAVORO?" CARO ANONIMO, PERCHE' NN LO CAMBIA LEI E NN VIENE A FARE UNA SETTIMANA NELLE CONDIZIONI DI LAVORO NELLE QUALI CI TROVIAMO. MA LO SA CARO ANONIMO QUANTE SCUOLE AVEVANO ANCORA L'AMIANTO NEI CONTROSOFFITTI DELLE SCUOLE DELL'INFANZIA, ODDIO POCO IMPORTA SE LE POLVERI CANCEROGENE LE RESPIRIAMO NOI, MAGUARDA CASO ANCHE SUO FIGLIO/A POTREBBE ESPIRARLE.SA CARO ANONIMO QUANTE VOLTE IL SERVIZIO NELLA SUA SCUOLA O NIDO DI CUI LEI USUFRUISCE, ERA SOTTO NUMERO DI PERSONALE A SCAPITO DELLA SICUREZZA DELLA SUA CREATURA? MA CERCATE DI CONTROLLARE LA VOSTRA CONNESSIONE CON LA REALTA', E POI SEMMAI PARLATE. NADIA

Anonimo ha detto...

io fin'ora ho sentito parlare di reperibilitá: praticamente ci sono 2 settimane in cui le educatrici devono essere a disposizione e quest'anno il comune ha chiesto di lavorare a luglio...stiamo parlando di reperibilitá e non di FERIE.
Per cortesia non prendiamoci in giro..intanto io ho pagato un servizio, e mi vengono trattenuti sullo stipendio i permessi (e giá mi devo ritenere fortunata perché i permessi posso prenderli) per venir a prendere il bambino alle 13.45 invece che alle 15.45...

Ritengo che forse siete abituate troppo bene, mi piacerebbe vedere come ve la caveste voi a dover gestire i vostri figli avendo a disposizione solo 23 gg di ferie all'anno