venerdì 4 luglio 2008

Mi domando ....




Mi domando se oltre che il tavolo s'è rotta anche la magia ... la magia di una settimana tutti uniti contro i soprusi di questa amministrazione ... se la batosta di ieri, l'ennesima è vero, abbia dato il via ad un processo di divisione in cui l'Amministrazione confidava da tempo!!!

Se la mia impressione è soltanto lontanamente veritiera facciamo in modo che così non sia ... abbiamo retto per un'intera settimana ... precettate e non, tutte insieme per un obiettivo comune e ora ...? Non lasciamoci sopraffare dalla fatica (che indubbiamente è stata tanta) e dalla delusione delle ultime ore faremmo solo il LORO GIOCO!!!

Una domanda ma da lunedì cosa succede .... assembleee e presidi A SINGHIOZZO ....?

Forse i Sindacati intendono cominciare pararsi il deretano ... ora che il gioco si fa duro ?

Ma i giorni scoperti ... in cui non ci saranno iniziative ? cosa succede?

Per cortesia la trovata del rientro in servizio col fogliettino che ribadisce il concetto del "FUORI CALENDARIO SCOLASTICO" mi sembra la cretinata più grossa degli ultimi anni!!!

Il sindacato che ne ha fatto l'eclatante proposta ... si ricorda che decine di educatrici (quelle precettate in questa prima settimana) stanno RISCHIANDO per mettersi in gioco in questa dura battaglia?

Ora dovrebbero rientrare in sezione col sorriso per dimostrare quanto sono brave e come tutto funziona quando ci sono loro?

MA BRAVI! Giusto ciò che vuole l'Amministrazione!!!

Io avevo capito che la trattativa si era interrotta non che avessimo calato le braghe

Le battaglie non si vincono da soli o parandosi il didietro!!! O state con Noi o contro di noi ... e noi faremo lo stesso!!!

DIVIDI ET IMPERA!!! ...
Uno a zero per Moioli and company ... che in tutto questo manco ha schiodato il suo aristocratico deretano dalla poltrona ...

... ma noi eravamo la in piedi per ore sotto il Palazzetto di Via Bergognone ... e A QUESTI PATTI NON CI STIAMO!!!

a TUTTI ... un invito a fare riflessioni in merito ...
Colleghe ... lasciate il vostro pensiero nei commenti Grazie

9 commenti:

nayamah ha detto...

DIVIDI ED IMPERA UNISCI E VINCI, IERI NOTTE ERAVAMO LI INBERGOGNONE E LA NOSTRA CANZONE CANTATA FORSE UN CENTINAIO DI VOLTE ERA "LA LIBERTA'" DI GIORGIO GABER.......LIBERTA' DI AVERE LA LIBERTA' DI SCEGLIERE, LIBERTA' DI AVERE LA LIBERTA' DI NONUSCIRE OGNI GIORNO DAI NOSTRI SERVIZI DISTRUTTE E SENZA FORZE, LIBERTA' DI AVERE LA LIBERTA' DI DIRE NO AD UNA AMMINISTRAZIONE ARROGANTE.........LA LIBERTA' NON è STARE SOPRA UN ALBERO
NON è NEANCHE IL VOLO DI UN MOSCONE, LA LIBERTA' NON è UNO SPAZIO LIBERO, LIBERTA' è PARTECIPAZIONE..........

Anonimo ha detto...

rVolevo solo ringraziare le colleghe che con un forte spirito di "gruppo", hanno dato modo di poter aprire i servizi. Grazie di cuore, perchè è proprio per le persone come voi che "dobbiamo" continuare quella lotta, di cui voi godrete eventualmente solo i benefci (i sacrifici continuiamo a farli fare alle altre). Un educatrice della zona fiera

Anonimo ha detto...

ciao,
la merenda di Chiedoasilo, genitori ed educatrici insieme, sarà ai giardini pubblici di porta Venezia (area giochi di fronte al bar bianco dietro al planetario), martedì 8 luglio dalle 0re 17.00

Chiedoasilo

Anonimo ha detto...

Non credo che si sia diviso ancora niente. Anche io all'ultima assemblea ho sentito la stanchezza di una lotta forte ma che era finita senza risultati utili. Ora che è domenica e tutto è decantato un poco, non penso affatto che sia tutto finito. Il Comune ha fatto una forzatura pensando che il clima complessivo fosse a suo vantaggio. Anche grazie ai genitori ha invece dovuto rendersi conto che così non è. Nessun clima politico (neanche il fatto che sindaco e governo sono stati votati da molte di noi) gli ha permesso/gli permette di venir meno alle regole. E questo è il primo punto di successo.
Aldilà del discorso prettamente sindacale il Comune deve rispondere di un disservizio offerto alla cittadinanza in luogo del servizio promesso. Possibile che avendo deciso di andare allo scontro (sbagliando i conti, peraltro) non avessero messo in cantiere un 'piano B' per tutelare i cittadini? Perchè noi educatrici abbiamo risposto sul piano sindacale, ma loro rispondano del loro operato di amministratori. Incompetenti è dir poco, a questo punto. Hanno puntato e voluto puntare solo sulla prova di forza con le educatrici. Di questa scelta che è stata solo loro hanno fatto le spese i cittadini. Ne rispondano!
Abbiamo ottenuto un risultato importantissimo, da non trascurare: siamo riuscite a far lavorare per almeno 2 giorni Carmelina Madaffari. Aspettiamo gli elogi dal ministro Brunetta che ci tiene tanto a far lavorare i dipendenti pubblici.
LaMarghe

lucia ha detto...

anch'io ho lottato come tante di voi...si era creata una bella atmosfera.poi venerdì il verdetto...onestamente mi è crollato il mondo..rientrare a scuola e partecipare alle varie assemblee...ma è così che si fa la lotta,abbassando la testa e schiacciando gli ideali. sono troppo idealista ma non pensavo si potesse arrivare a questa "soluzione"

Anonimo ha detto...

Anch'io domani rientrerò, ovviamente a singhiozzo, a scuola, anche se da una parte il cuore mi dice "NO!" ma la ragione, purtroppo, mi ricorda prudentemente che sto già rischiando abbastanza. Ma non mi arrendo, voglio tenere testa fino alla fine a questa amministrazione cieca e sorda che con un'arroganza mai vista prima sta violando i miei diritti e quelli dei genitori milanesi, e sta distruggendo i servizi all'infanzia di Milano.
Quando poi parlano di continuità, allora mi monta proprio la rabbia perchè io ho fatto la volontaria a luglio in passato ed ero regolarmente spostata in altre scuole! ma che la smettano di raccontare balle per pararsi il c... Spero che a settembre siano sommersi da una tale pioggia di azioni legali da parte di educatrici e genitori da far saltare un bel po' di teste, come quella di Hitler al museo delle cere... Carissime Moioli e Madaffari, insieme a Richiedei avete scalato la hit-parade dell'impopolarità! Complimenti e continuate così, almeno sparirete al più presto

Angy ha detto...

Concordo con la stanchezza e la demotivazione palpabile dal post e dai commenti lasciati dalle colleghe ... spero che valuterete tutti i mezzi a Vs disposizione per continuare il disservizio ... (capite a me ...)
Per quanto riguarda le iniziative Spero con tutto il cuore che continuino ad essere sostenute da TUTTE Precettate prima o seconda settimana e NON!!!
Arrivederci al presidio di domani

Anonimo ha detto...

sono solidale anch'io con tutte le colleghe che non si sono presentate al lavoro nei primi 15 personalmente d'ora in poi qualsiasi problema si verifichi al nido per colpa di una cattiva gestione da parte delle p.o lo farò presente ai genitori e scriverò ai giornali sono anche tentata di scrivere a report ;mi sono rotta di stare sempre zitta anche quando c'erano situazioni di merda!

Anonimo ha detto...

la cosa che mi fa più incazzare è che le funzionarie che hanno appena vinto la causa ed hanno riottenuto il calendario scolastico (che fatica ,poverine forse si sono abbassate troppe volte a raccogliere la penna caduta loro per terra!)con quale perfida aria supponente ci hanno consegnato gli ordini di servizio!tra l'altro noi precettate siamo state tutte sostituite da precarie mentre come ben sapete durante l'anno anche malattie lunghe un mese non vengono neanche prese in considerazione!