giovedì 10 luglio 2008

Completamente alla DERIVA



Siamo in una situazione di STALLO!!!

NON SUCCEDE più NULLA ...

Ormai la protesta non fa più notizia ...

ma la situazione NON è RISOLTA!!!

... forse questo fa comodo a qualcuno???


SVEGLIAAAAAAAA!!!

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Siiiiiiiiiiiiiiiiiiii a GIUDA!!! (fa comodo)

paolo ha detto...

io vi chiederei una cortesia. potete spiegare a noi persone normali, non informate, di quali sono le questioni in ballo, oltre all'emergenza luglio?
Vorrei capire bene tutta la questione.
Le insegnanti alla nostra scuola è da qualche mese che fanno capire una certa non-soddisfazione, ma pochi hanno chiaro cosa sta cambiando nella scuola e quali sono i comportamenti e le decisioni che hanno fatto arrabbiare così tanto gli educatori.
grazie mille,
paolo

un'educatrice ha detto...

vorrei ricordare alcune cose al papà paolo e a tutti coloro che hanno voglia di sapere e sostenerci( chi ha contatti con la stampa o con qualche persona di importante che vuole sostenerci chiediamo di diffondere le seguenti motivazioni:
si ricorda che le educatrici sono in stato di agitazione perchè:
-Il contratto collettivo nazionale è di 42 settimane, confermato dall'accordo stipulato con l'amministrazione il 25 agosto 2007, che stabilisce la chiusura delle attività educative al 30 giugno 2008
-la disponibilità per le educatrici è , nel mese di luglio di 15 giorni definite" attività ulteriori" e che devono essere oggetto di contrattazione sindacale.
Pertanto, come ogni anno le organizzazioni sindacali hanno richiesto per tempo un tavolo di dialoghi per poter offrire come sempre servizi estivi adeguati e rispondenti alle esigenze delle famiglie.
- abbiamo avuto un positivo riscontro dei consigli comunali, ma l'amministrazione ha continuato a rimandare un confronto definitivo,
-il mancato confronto ha portato le organizzazioni sindacali a indire delle assemblee leggittime, ma l'amministrazione non ha informato l'utenza anzi ha intimato le educatrici a togliere i cartelli informativi già esposti in alcune scuole.
-il mancato confronto dell'amministrazione ha procurato un grosso disagio alle famiglie.Questa è la prima volta che succede in quanto negli anni precedenti il rispetto delle modalità contrattuali e dei tempi avevano sempre garantito un regolare servizio.
L incapacità di quest'anno dell'amministrazione di gestire tali servizi si è tradotta negli ordini di servizio spediti alle educatrici alla fine di giugno

pertanto
le educatrici chiedono che la continuità e la qualità dei servizi educativi, richiesta dall'amministrazione per il mese di luglio, sia garantita durante tutto l'anno scolastico.
Una qualità e una continuità che viene negata per tutto l'anno in quanto
- il comune continua ad aumentare il numero dei bambini nelle classi creando sovraffollamento e mettendo a rischio la sicurezza dei bambini in barba alla legge 626
- il comune continua a non assumere personale per le sostituzioni minando la qualità dell'attività didattica
- non garantsce sempre l'insegnante di sostegno per i bambini portatori di handicap
- Tutto ciò ha portato le educatrici a prendere, finalmente in modo unitario, coscienza della propria dignità professionale e richiama l'amministrazione alle proprie responsabilità
le educatrici sono stufe di erogare una qualità che è garantita solo dalla loro buona volontà e impegno nel tamponare quotidianamente le numerose lacune dei servizi procurate da un'amministrazione che si preoccupa solo di risparmiare fondi a discapito della qualità educativa dei dei nostri bambini che non ci dimentichiamo saranno i cittadini di domani.
Gli apprezzamenti dell'assessore Moioli nei riguardi delle educatrici in servizio nel mese di luglio sono mal riposte in quanto alcune colleghe che sono in servizio sono state vittime di pressioni psicologiche e di minacce di possibili licenziamenti ad opera di posizioni organizzative e funzionarie

Anonimo ha detto...

Caro Paolo se vuoi avere maggiori ragguagli puoi anche consultare il sito www.chiedoasilo.it dove troverai altre informazioni. E' importante conoscere in tutte le sue sfaccettature la storia della nostra protesta per capire fino in fondo quale grande sopruso stiamo vivendo!

Elisa ha detto...

A Rozzano gli amministratori locali si comportano così: http://www.partecipami.it/?q=node/4757/6219&single=1

Elisabetta ha detto...

Dalla discussione "Centri estivi materne e graduatorie nidi: una vergogna!" in corso nel forum "Al Consiglio Comunale vorrei dire che..." di www.partecipaMi.it, segnalo questo post
http://www.partecipami.it/?q=node/4757/6223&single=1
inviato ieri dal Consigliere Comunale David Gentili.