lunedì 14 luglio 2008

Raccontiamoci ancora... i dettagli dell'esasperazione!!!!

Sono un’ Educatrice della Scuola dell’Infanzia del Comune di Milano e lavoro da 15 anni!

Un lavoro che ho scelto di fare e che faccio ogni giorno con passione e professionalità andando ben oltre i miei obblighi contrattuali….. ma ,come tante colleghe, mi sono trovata a dire basta ad “ un ‘Amministrazione” che da troppo tempo non investe sui Servizi Educativi e che si è approfittata proprio del fatto che crediamo nel nostro lavoro.

La vicenda non è relativa solo al mese di luglio, anzi questa è solo la goccia di un vaso ormai stracolmo!!

E’ il secondo anno che sopperiamo, con ore e ore di lavoro straordinario (non pagato) alle carenze di personale e nonostante ciò, sovente, si dividono i Bambini nelle altre sezioni, anche superando i rapporti numerici previsti per legge, arrivando a 30 e più Bambini (ogni sezione di materna dovrebbe essere composta da 2 Educatrici e max 25 Bambini mentre al nido il rapporto è un’Educatrice ogni 6 bambini in ogni momento della giornata). Superare i rapporti numerici vuol dire che l’adulto in classe può solo vigilare, a mala pena, sulla loro sicurezza…questa non è scuola!! Fare l’Educatrice è ascoltare i bisogni dei Bambini e permettere loro di fare esperienze significative con i coetanei, di scoprire il mondo in un ambiente pensato e predisposto affinché possano sperimentare, fare ed essere protagonisti . E’ utopia pretendere che la qualità della vita scolastica sia poter stare con i vostri Bambini ….essere lì quando chiedono di essere realmente ascoltati, poterli rassicurare quando ne sentono il bisogno, coccolarli se chiedono affetto, essere con loro nei momenti di crescita e di difficoltà! Per me no…in una società che si ritiene civile non si può non pensare che i piccoli di oggi sono gli adulti di domani e sono portatori di diritti fin dalla nascita!

La Scuola di oggi è un patrimonio sociale sia per i Bambini che per le Famiglie che troppo spesso sono lasciate sole nel loro compito educativo!

Comprendo le grandi difficoltà di alcuni genitori dovute al non funzionamento del servizio, soprattutto se non siete stati avvisati dei disagi (l’Amministrazione ci ha impedito di farlo!!!).

Credo, comunque, che razionalmente, potrete essere d’accordo con noi nel richiedere una Scuola Pubblica di qualità. Sicuramente, noi Educatrici, abbiamo fatto il grande errore di non coinvolgervi sufficientemente e durante tutto l’anno di non raccontarvi ciò che accadeva.
Da una parte siamo state costrette dall’Amministrazione ( “I genitori non devono sapere” questo ci viene ripetuto!); dall’altra, professionalmente, abbiamo pensato di sopperire alle emergenze per creare il minor disagio possibile ai Bambini e alle Famiglie.
Spero che, con il prossimo anno, le colleghe imparino a raccontare le situazioni ai Genitori e che i Genitori imparino a chiedere.
Per amore del nostro lavoro abbiamo fatto di tutto: dal lavoro amministrativo alle pulizie……ma ora basta!!
Chiedete alle Educatrici quando trovate i Bambini in un’altra classe, quando vedete un Educatrice sola, quando la Commessa tarda ad aprirvi la porta ( hanno dimezzato numericamente anche loro….perchè le pulizie si fanno dopo le 18 e una sola persona dovrebbe pulire in 4 ore tutta la struttura….le scuole sono sporche…..), partecipate ai consigli di scuola, alle commissioni mensa, alle riunioni in modo da rendervi conto e capire che le scelte politiche sono sempre più orientate al risparmio
….
investire sulle scuole non è vantaggioso …non da profitto!

Non possiamo permettere loro di cancellare i diritti dei Bambini, pensiamo insieme come difenderli.

Frengy

5 commenti:

paolo ha detto...

Grazie Frengy, grazie mille, per la chiarezza di ciò che hai scritto.
L'altro giorno non riuscivo più a scrivere in questo blog, del quale ho trovato indirizzo nella bacheca della scuola materna.
Io sono un genitore, ho mio figlio di 4 anni che va alla scuola di via villani.
Ero rimasto male dal fatto che non potessi più accedere. Ora invece vedo che posso di nuovo leggere e magari commentare brevemente.
Per me è davvero molto importante leggervi.
Cercherò nel mio piccolo assolutamente di fare chiarezza nel mio quartiere, perchè ci sia maggiore compattezza, tra educatrici e genitori. Mi piacerebbe in questo senso organizzare un incontro, magari a fine settembre, cercando di contattare alcuni consiglieri di zona che conosco.
Grazie ancora, Paolo

livia ha detto...

Anch'io ringrazio Frengy e le educatrici che hanno pensato questo blog perchè è uno strumento utile ed efficace per informare noi genitori sulla vostra situazione e spiegare le motivazioni della vostra agitazione.Come genitore sono con voi su tutta la linea e sono d'accordo che una maggiore comunicazione tra genitori ed insegnanti durante l'anno ci avebbe meglio preparati allo choc del 1° luglio.Sicuramente da settembre chiederemo chiederemo chiederemo...pronti ad agire per tempo per cambiare la situazione.Un grazie

pim ha detto...

Scusa Papà Paolo .... il blog l'ho oscurato io per una giornata in quanto ho riscontrato delle anomalie nel sito di chiedoasilo ... tuttora impraticabile e ho voluto salvare il tutto ... a scopo preventivo ...
Grazie davvero per il tuo interessamento!

Frengy ha detto...

Grazie a Paolo, Lidia e quanti hanno compreso lo spirito della mia lettera! Con alcune colleghe stiamo organizzando,per settembre, dei momenti con i genitori per parlare, confrontarsi e cercare di affrontare insieme le criticità che emergono quotidianamente nei servizi educativi.... non perdiamo i contatti... Lo sforzo di tutti servirà a qualcosa...Frengy

nayamah ha detto...

CARI PAOLO E LIVIA, VOLETE SAPERE PERCHE' ALL'ULTIMOMOMENTO AVETE TROVATO LE VOSTRE SCUOLE CHIUSE? NOI EDUCARTICI/ORI ABBIAMO L'OBBLIGO DI NON RIVELARE NULLA, CON ASSOLUTA OMERTA' OGNI NOSTRO DISAGIO CHE SI RIPERCUOTE SUI VOSTRI FIGLI, NON DA ULTIMO,IL FARCI TOGLIERE IL CARTELLO DALLE BACHECHE CHE VI AVVISAVA DELLE AGITAZIONI CHE SAREBBERO PARTITE DAL PRIMO DI LUGLIO. LA DISOBBEDIENZA, L'UNICA SOLUZIONE PER ANDARE SUI GIORNALI, PER FARCI SENTIRE, POI C'è CHI SOSTIENE CHE SIAMO UNA CATEGORIA DI FANNULLONI, MA ANCHE QUESTO SE LO RIMANGERANNO PRIMA O POI. PARLARE MALE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE CI PORTEREBBE A SANZIONI PESANTI. QUESTO è IL COMUNE CHE HA LICENZIATO UNA COLLEGA DELLA POLIZIA MUNICIPALE PERCHE' AFFETTA DA SCLEROSI MULTIPLA, QUESTA è L'AMMINISTRAZIONE CHEHA LICENZIATO UN GRANDE DIRIGENTE COME IL DOTTOR CAGGIO, QUESTA è L'AMMINISTRAZIONE CHE HA LICENZIATO ANTONIO BARBATO DELLA POLIZIA MUNICIPALE PERCHE' NON HA SOSTENUTO ALLORA L'OBBLIGO DI FERMAREE SANZIONARE I FREQUENTATORI DI PROSTITUTE. VOLETE SAPERECOME è FINITA LA LORO STORIA? TUTTI HANNO FATTO CAUSA AL COMUNE ED IL COMUNE HA PERSO IN TUTTI E TRE I CASI, HA SBORSATO MILIONI DI EURO DI RISARCIMENTO AI COLLEGHI, SOLDI VOSTRI E DI TUTTI I CITTADINI DI QUESTA NOSTRA MILANO. MEDITATE GENTE MEDITATE...NADIA