domenica 29 giugno 2008

Cara P.O. (e non solo) ti scrivo

Ricevo e pubblico:

Oggetto: riflessioni sull’avvio al centro estivo 2008

Data 27/06/2008
Ore 01:30

La sottoscritta ........ ......... è qui a scrivere per riflettere e esplicitare quelle che sono, secondo il proprio modesto parere, le linee di qualità che una scuola non dovrebbe mai farsi mancare, ma che soprattutto dovrebbe possedere ognuno dei propri componenti.

Disponibilità
Umiltà
Sorrisi
Voglia di fare
Desiderio di crescita
Rispetto
Cortesia
Condivisione
Dialogo
E non per ultimo -Un progetto educativo –

Come possiamo dare ai nostri bambini tutte queste cose se le persone che gli vivono intorno non le posseggono?

Nella mia scuola, tutto questo, anche se con periodi altalenanti (siamo persone) l’ho sempre vissuto e percepito.
Lo hanno percepito, anche, i bambini con i loro sorrisi, la loro crescita e i genitori con i loro ringraziamenti!
Ma negli ultimi giorni qualcosa è cambiato!
Non so la motivazione vera e profonda, posso fare solo delle deduzioni per quanto riguarda il servizio ( non c’è stato tempo per il confronto) e esporre quelle che sono le mie amarezze e delusioni. Ma non credo solo le mie, viste le difficoltà che noi tutti abbiamo affrontato per aprire quest’anno il centro estivo.
Ho sempre creduto che bisogna lavorare con e per i bambini, quando entro a scuola mi passa tutto non sono una dipendete comunale, ma un’educatrice che aiuta e prepara i bambini, pensando sempre che saranno gli uomini del domani.
Tutto quello che imparano, sin dalla tenera età rimarrà in loro per sempre.
Non possiamo deluderli…e proviamo a fare del nostro meglio perché questo non accada!
Questo è con me e dentro di me e spero che in me rimanga sempre, ma ci sono dei momenti o delle intere giornate in cui questa certezza non la ritrovo…….
….uno di questi periodi…. sono stati i giorni appena trascorsi!
Con l’ordine di servizio avuto il 26/06/08, giorno in cui mi è stato chiesto di fare un progetto educativo in due soli giorni, nei quali tra l’altro salutavo un gruppo di cinque anni che l’anno prossimo non rivedrò più, ho perso il sorriso, la voglia di fare, il sentirsi rispettati (non siamo solo numeri di codana), la disponibilità, la condivisione e il dialogo.
Per il sorriso non avevo tempo,
la voglia di fare è diventata voglia di allungare questi fatidici due giorni dall’inizio del centro estivo,
il sentirsi obbligata all’ultimo, non lo ritengo rispetto
la disponibilità???... ridotta a due giorni per accogliere i bambini e non alla scuola (anima dell’educazione)
Per condividere non c’è tempo, né conoscenza ( lavorerò con le mie colleghe? Il progetto potrò condividerlo con le colleghe a cui lascio i bambini nelle due successive settimane ma la sede del centro estivo com’è?Che giochi ci sono? Quali sono gli spazi?)
Il dialogo…quale?forse un ordine di servizio…mi scuso, ma lo trovo riduttivo.
Mi è rimasto solo il progetto, che forse fatto di fretta tanto educativo non sarà!?!?

Ma la cosa che più mi preoccupa negli ultimi giorni e che mi assilla è, se una qualunque educatrice è delusa e amareggiata, anche se non lo trasmette verbalmente e all’apparenza è come sempre, riesce a non trasmettere il suo stato d’animo?

Credo di no!!!

Tanti sono i linguaggi comunicativi, i bambini li conoscono tutti e sono molto più empatici di noi adulti!

4 commenti:

nayamah ha detto...

MI AUGURO CHE ABBIATE RISPOSTO A TONO ALLA POSIZIONE ORGANIZZATIVA CHE PASSA COME UN CATTERPILLAR SULLE COSCIENZE DELLE EDUCATRICI CHE SI PONGONO IL PROBLEMA DELLA QUALITA' DEI SERVIZI.MI STANNO GIUNGENDO NOTIZIE A DIR POCO SCONCERTANTI.IL PASSA PAROLA, IL TAMTAM FUNZIONA!!!! DOMANI 30 GIUGNO GIORNATA DI ASSEMBLEA SINDACALE PER TUTTI I LAVORATORI DEI SERVIZI ALL'INFANZIA, CI SARANNO ALCUNE SCUOLE MATERNE ED ASILI NIDO CHE NN CHIUDERANNO, NN VERRANNO IN ASSEMBLEA, E QUELLE COLLEGHE DI ZONA 7 E 8 LE CONOSCO DI PERSONA. COLLEGHE CARE VERGOGNA!!!!!!!!! VERGOGNA PERCHE' AVETE CHIESTO PER ANNI L'UNITA' SINDACALE E QUESTA VOLTA LA AVETE - AVETE CHIESTO CHE CI FOSSE UNIONE DI INTENTI TRA TUTTE LE SIGLE E QUESTA VOLTA LA AVETE - AVETE ROTTO LE MIE POVERE ORECCHIE E NN SOLO LE MIE CON CONTINUE LAMENTELE: MI MANCA LA COLLEGA!!!!!!!, HO LA CLASSE A 27 PIU' UN BIMBO DISABILE!!!!!!!!!,ECC ECC. E DOMANI ANDATE BELLE TRANQUILLE A SCUOLA??? VERGOGNA VERGOGNA!! DA SETTEMBRE FATEMI UN SACROSANTO PIACERE,SCORDATEVI CHE NADIA ESISTA, NON DISTURBATE IL MIO DIRITTO A LAVORARE SENZA CONTINUE INTERRUZIONI DOVUTE ALLE VOSTRE LAGNOSE INCAPACITA' DI GESTIRE LE IRE DELLE VOSTRE BENEAMATE POSIZIONI ORGANIZZATIVE, DELLE VOSTRE FUNZIONARIE. ARRANGIATEVI DA SOLE, E GIA' CHE CI SIETE VI PREGHEREI DI RITIRARE LA VOSTRA ADESIONE O COSIDDETTA TESSERA AD OGNI SINGOLA ORGANIZZAZIONE SINDACALE, NON ABBIAMO BISOGNO DI PECORE, ABBIAMO BISOGNO DI LUPI CHE SI DIFENDANO DAI CONTINUI ATTACCHI DI QUESTA AMMINISTRAZIONE. A VOI VA BENE COSì??? PERFETTO VI MERITATE IL LUGLIO, L'AGOSTO, IL TURNO NOTTURNO E QUANT'ALTRO SI INVENTERANNO MOIOLI E CO. BUON LAVORO CARE COLLEGHE-
NADIA

paolo ha detto...

Ciao.
Sono un papa' di una Scuola Materna, quella di Via Villani.
Vorrei manifestarvi tutta la nostra solidarietà.
In Via Villani ci sono persone splendide, che meritano rispetto, attenzione.
Mi sono reso conto che così non è. Speravo e credevo che la scuola Materna e gli asili fossero risparmiati dalla situazione della Scuola in genere. Mi rendo conto che non è così.
Vi ringrazio per tutto quello che fate.
Paolo Faccini, Milano

Egle ha detto...

Sono la mamma di un bimbo che quest'anno termina la scuola materna. E' stato molto triste, nel salutare le maestre al termine di questo cammino, vedere che i sentimenti di commozione, gratitudine e soddisfazione per il lavoro di questi tre anni, erano velati (a dir poco) da un senso di amarezza, delusione e rabbia. Credo che le maestre abbiano assolutamente ragione: in questo triennio si sono fatte in quattro per garantire loro la qualità del servizio (e questo l'ho toccato con mano), anche a prescindere dall'amministrazione comunale. Hanno sempre dimostrato serietà professionale, disponibilità e sensibilità e credo che l'avrebbero fatto anche questa volta se fossero state coinvolte in modi e tempi diversi.
A me come a tanti altri genitori, si presenta un periodo difficile (mio figlio è iscritto al centro estivo per tutto il mese di luglio)e rischio seriamente di dovermi portare il bambino in ufficio ma, nonostante questo, sono dalla parte delle educatrici. Mi auguro che le loro richieste vengano soddisfatte.

PRO volontarie ha detto...

W LE VOLONTARIE!!!!
Meno male che esistono almeno loro che molto umanamente hanno accolto i nostri piccoli nella mattinata del primo giorno di centro estivo.
GRAZIE!