lunedì 22 settembre 2008

"I BRAVI INSEGNATI AVRANO PREMI FINO A 7MILA EURO" Parola del Ministro Gelmini

da "Metro" di oggi:

"Dopo il bastone - con l'annuncio di 140mila tagli al personale della scuola- arriva la carota. Il Ministro dell'Istruzione MariastellaGelmini , infatti, ha annunciato che sta pensando a istituire incentivi fino a 7mila euro per gli insegnanti più bravi. ...."
"Incentivi graduali ma non per tutti..." , "...solo per 250mila insegnanti i migliori d'Italia". Non è ancora chiaro però, quali potrebbero essere i criteri per sceglierli, ne a chi toccherà farlo ... L'unica cosa certa, al momento è che gli eventuali incentivi poggeranno sui risparmi. Di qui nasce la necessità di ELIMINARE 87mila INSEGNANTI ..."

Alla lettura dell'ennesima PERLA firmata Gelmini sono stata assalita da un senso di nausea misto schifo misto rabbia e per un soffio non mi sono messa a parlare da sola in mezzo alla metropolitana affollata!!!

Forse a chi non vive la nostra realtà di insegnanti tutto ciò potrebbe sembrare quasi "ragionevole" premiare la qualità a scapito della quantità ...
da qui la necessità anzi l'urgenza di qualche chiarimento in merito.

Nel Comune di Milano già da parecchi anni è stato introdotto un documento da noi tutte battezzato "pagellino" una specie di scheda di valutazione del nostro operato (su cui si basa il premio di produzione percepito)... peccato venga stilata da dirigenti che almeno nel 50% dei casi non ti hanno MAI visto mentre lavori con i bambini (dico 50% in quanto ogni dirigente ha almeno 2/3 strutture di cui occuparsi , la sua sede è solo in una di queste, ... le altre vengono "visitate" 3/4 volte all'anno per svolgervi i collegi fuori dall'orario di servizio). Ammesso e non concesso che queste dirigenti abbiano una vaga idea almeno delle insegnanti che lavorano nella struttura Sede della Direzione Didattica (in quanto tra l'enorme lavoro di segreteria, le numerose riunioni fuori sede, e le varie problematiche che non mancano mai ... non so quanto tempo possano dedicare al controllo dell'attività didattica ... ) ... quali sono gli strumenti in loro possesso per giudicare gli insegnanti delle altre strutture a loro affidate? IMPRESSIONI "A PELLE" E PETTEGOLEZZI!

La mia esperienza? Lavoro da tre anni in una materna non sede di Direzione Didattica ... in tre anni avrò visto la mia dirigente 10/12 volte sempre fuori orario di servizio ... non sa chi passa le serate al computer a stilare la programmazione didattica o a cercare una canzone particolare per la festa, non sa che quando arrivi nella tua classe al mattino tutti i bimbi ti corrono incontro a braccia aperte e non sa che appena ti siedi ad un tavolo della classe senza che li chiami vengono tutti intorno a te perchè vogliono fare un lavoro nuovo ...
... ma sa che dalla mia bocca non è MAI uscito un pettegolezzo su chiunque, sa che sono stata accolta e benvoluta dalla vecchia guardia della scuola (a lei non gradita ...) ... e allora mi è sempre toccato il giudizio peggiore di tutta la scuola ... peggiore anche di chi passa i tre quarti della giornata lavorativa in bagno e al telefono!!!

Dico chissenefrega!!! I sorrisi e l'emozione che ho letto sulla faccia dei miei remigini e dei loro genitori nell'ultimo mese di scuola, la telefonata di una mamma che mi chiedeva di parlare col suo bambino in lacrime perchè non avrebbe più visto le sue maeste ora che sarebbe andato alla scuola elementare ... sono bastate per farmi amare ancora più di prima il mio lavoro ....

... ma resta un retrogusto amaro ... per questo sistema di valutazione basato su ruffianaggine, furbizia e lecchinaggio a scapito di tutto il resto ... e ora a scapito di 87mila posti di lavoro ... del resto è quello che la Dottoressa Gelmini conosce meglio ....


3 commenti:

maestrajoke ha detto...

Andremo tutte in minigonna, un dirigente uomo ci premierà sicuro ^^

Anonimo ha detto...

LA VECCHIA GUARDIA NON AMATA SONO IO, LA COLLEGA DELLA NOSTRA PIM, FINO ALLO SCORSO ANNO LA MIA PAGELLINA ERA AL MASSIMO, DA BRAVA CRETINA ERANO ANNI CHE FACEVO LA VICE NELLA NOSTRA SCUOLA. ORA HO DATO LE DIMISSIONI, QUANTO DIAMO CHE LA MIA PAGELLIBA SARA' UNO SCHIFO? NON CHE LA COSA MI TOCCHI ANCHE PERCHE' SAPPIAMO TUTTE CHE QUEST'ANNO NESSUNO/A PRENDERA'IL FAMIGERATO PREMIO DI PRODUZIONE, SAPETE MILANO DEVE SPENDERE I DENARI DEI CONTRIBUENTI PER L'EXPO', CERTO NON PER DARE LA GIUSTA RETRIBUZIONE AI SUOI DIPENDENTI. QUINDI CHISSENEFREGA DI COSA PENSA LA MIA P.O.DI NOI DUE, COME LEI STESSA HA DETTO I NOSTRI BAMBINI CI DANNO MOLTO DI PIU' DI QUESTA MISERA E PERVERSA AMMINISTRAZIONE. SIAMO FORTI, SIAMO UNA RISORSA PER CHI VUOLE LA NOSTRA FINE,MA ATTENZIONE "L'ERBA CATTIVA NON MUORE MAI"........E MI SENTO TANTO GRAMIGNA STASERA. NADIA

pim ha detto...

non eri solo tu ... la veccchia guardia .... quanto pagherei perchè questo post fose letto dall'Interessata....!